Loading...
About Us 2017-07-19T23:45:51+00:00

DI PADRE IN FIGLIO

NULLA CRESCE IN UNA TERRA ARIDA

Cosa rimarrà in futuro delle nostre tradizioni e della nostra storia?  I nostri figli ricorderanno le loro orgini o saranno spazzate via da una realtà sempre più virtuale? Siamo sicuri che la cultura contadina sia obsoleta di fronte ad una modernità che ha imposto un modello di vita non sostenibile?

L’estate del 2005 ci ritrovammo alla “Fontana delle Cavatelle” (pastena – FR) , e sulla voglia di stare insieme, proprio come facevano i nostri padri quando “insieme” si coltivava la terra, decidemmo di fondare l’ Associazione Culturale “La Frontiera”. Persone e famiglie che si conoscevano da sempre ma con una voglia rinnovata di stare insieme e di lavorare su idee che tutelino il territorio, mantendendo tradizioni, sapori e sostenendo modelli di vita, che segueno quel ritmo naturale della terra che sempre piu spesso dimentichiamo.

Un progetto per quelle realtà che ancora oggi lavorano la terra, aiutandole a creare quella microeconomia che non le faccia smettere di produrre prodotti buoni, sani, e tipici delle nostre terre.

SI NASCE UOMINI

MA SI MUORE BRIGANTI

Da oltre dieci anni rivalutiamo e riproponiamo la storia pre-unitaria del vecchio confine Borbonico – Papalino, sia trovando e riposizionando i “cippi” confinali presenti sul territorio Pastenese e al contempo proponendo durante le nostre serate, ricerche, documenti , mini convegni, presentazioni di libri e proiezione di film, cercando di analizzare un periodo storico controverso che portò alla nascita dell’Italia unita.

In particolar modo ci piace rivalutare la figura del Brigante, che  per noi incarna il ruolo del difensore senza riserve del proprio territorio, ed è proprio per questo che è divenuto nostro simbolo.

LA CULTURA

TRA VACCHE, VINO, PAGLIA E MUSICA

Per noi la “Cultura” non è accademica e non crediamo che necessariamente debba essere fatta al chiuso in stanze asettiche ma anche così, passeggiando tranquillamente tra vacche e paglia, tra chi fa il formaggio e chi fila la lana, chi suona e canta, mangiando buon cibo e bevendo vino, leggendo documenti storici, guardando film, ascoltare la presentazione di un libro, così in modo rilassato e senza la sindrome professore – alunno.

IL TERRITORIO

E’ TUO SE LO DIFENDI

Cosa ne sarebbe ora delle vecchie ” fontane delle Cavatelle ” se da 13 anni non fosse la nostra casa?

Probabilmente vi sarebbe rimasto ben poco. Da oltre dieci anni abbiamo fatto nostro un pezzo di territorio e senza nessuna mutualità politica ci siamo impegnati a mantenerlo in ottimo stato. Non lo abbiamo fatto solo per noi ma per uno spirito fondante della nostra associazione, mantenere e rivalutare il territorio. Ed è così che ogni anno sistemiamo steccati, muri a secco, riparato la fontana, potato le piante, sistemata l’area Pic-nic,  costruito un Pagliaio con la tecnica classica dei nostri avi, con pietre, legno e strame ed un forno tradizionale in pietra. Tutto questo è al servizio del territorio di turisti e compaesani che possono usufruire di un pezzo di territorio reso efficiente dall’azione di una associazione.